Accetto i cookies Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.

Il teatro silenzioso Sciliar

noa* (network of architecture) sviluppa l'azienda di famiglia Valentinerhof e lo dà la sua nuova identità in armonia con la natura.

Comunicare i valori della tradizione locale e l'armonia con la natura sono stati decisivi per il concetto architettonico.
(Stefan Rier)

L’albergo è situato nel comune di Castelrotto in vicinanza alla nota Alpe di Siusi ad un’altitudine di ca. 1200m. L’azienda familiare ha perseguito un estensione con una nuova area wellness, lobby, bar e ristorante, e infine 14 suite spaziose aggiunte per un complesso nuovo di ca. 1100metri quadri.

Architettura in armonia con natura e tradizione

Lo scopo del progetto architettonico era quello di sottolineare e rafforzare l'imponente scenario alpino che circonda inserendo accuratamente volumi concepiti e costruiti nel paesaggio naturale. In tal modo l'intermediazione con la tradizione locale e l'accordo con la natura onnipresente è sempre stato fondamentale per l'approccio concettuale.
 
L'estensione del nuovo hotel è diviso in due volumi relativamente piccoli che formano un’ arena orientata verso la valle a Sud e si apre al massiccio di roccia nei pressi del Monte Sciliar vicino. Il contrasto tra l'ampiezza della conca di Bolzano e la presenza imponente del Monte Sciliar è riportato in entrambi i frammenti della costruzione al fine di creare un dialogo formale e funzionale. Allo stesso tempo la vista, il panorama e la silhouette di montagna rimangono i principale punti focali.
 
L'hotel realizza un attributo significativo per la sua nuova identità attraverso l'istituzione della nuova area benessere, l'elemento acqua diventa parte integrante del concetto di architettura, interior design così come tutti i prodotti e mobili. Tra le sagome morbide del paesaggio montano, la terra diventa un habitat principale che è sottilmente indicato da discreti elementi in legno che completano l'edificio solido attaccandosi sulla facciata principale.
 
Il rivestimento in pietra naturale e cornici in legno vengono riflessi all'interno degli elementi di vetro a piena altezza, riflettendo piscina e lago. L'ispirazione per la forma della facciata è stata redatta dalle tradizioni edilizie locali di Castelrotto, come il "Heuharpfen", il Futterhaus, la fattoria doppia coppia (Paarhof) e le recinzioni in legno antico. I quadri di legno irregolare intestano con diverse lunghezze con il paesaggio circostante e lo racchiudono.
 
Di conseguenza, gli spazi che si frappongono tra interni (terra) ed esterni (paesaggio) vengono creati e diventano parte del paesaggio. Il ritmo di fusione die due spazi evoca la sensazione di sicurezza nella sensazione del visitatore. Pannelli alti di vetro e ampie terrazze accentuano l'interazione tra l'interno e l'esterno - del palazzo e del paesaggio.
 
Un altro elemento intergativo del design esterno ed interno sono le tipiche "Heutücher" - teli di lino del 1950 comunicano un calore particolare e la separazione sottile delle terrazze del locale. Inoltre, il collegamento di diverse terrazze è facilitato semplicemente rimuovendo alcuni stracci.

Dormire in egida della natura

Le suite sono caratterizzate da planimetrie quasi quadrata, le vetrate alte permettono un massimo di luce naturale, illuminando tutti gli spazi delle camere e dei bagni. Il letto si affaccia verso la valle e ogni ospite può godere della splendida vista proprio la mattina mentre si sveglia. L'ospite si suppone di dormire all'aperto a causa della posizione del letto giusto al confine tra esterno e spazio interno. La zona lounge di ogni stanza contiene un divano grande e si completa con il panno di lino tradizionale, fatto in tessuto del 1950 e tessato a mano su un telaio del 1901.

Tuffarsi nel elemento acqua

La zona benessere è composta da una piscina principale e una zona sauna. Il pool è costituito da un elemento interno che costituisce la zona di ingresso ed è collegata alla piscina esterna di ca. 70 metri quadri. Sundbeds invitano a rilassarsi e godersi il meraviglioso panorama. La piscina è incorniciata dal legno della facciata e si estende su tutta l'ala ovest dell'edificio. L'acqua si riversa su quindici metri lungo ilbordo a sfioro, sguazzando verso il basso sul generoso prendisole.
 
Una sauna finlandese, sauna alle erbe, bagno di vapore e varie sale relax e zona notte completano la parte nuova dell'edificio. La sauna finlandese è dotato di una grande finestra di 270 gradi panoramici. La sauna alle erbe si trova a 1,5 metri sotto il resto del centro benessere, proprio sul livello del lago esterno naturale. Entrando in questo sauna abbassata, l'ospite riceve la sensazione di una vista panoramica a specchio che si ripete all'interno della superficie del lago.
 
L'intero spazio si trova in mezzo alla zona del lago, e trasporta tramite superfici vetrate l'acqua e le sue riflessioni giocosamente verso la parte interna. Anche all'interno del bagno di vapore, che è l'unica stanza senza aperture verso l'esterno, l'elemento acqua è onnipresente. Scivola lungo un muro obliquo e spacca la luce, che esce di cubi in pietra. Il suono della cascata è calmante, affascinante, anche ammaliante.

Una grande unità

Mobili, illuminazione, Interior Design, Architettura e paesaggio - ogni elemento è stato concepito e progettato da noa* con l'idea di una filosofia di progettazione olistica, prodotta con un massimo di passione, cura per il dettaglio, la tradizione e l’artigianato locale. La caratteristica più impegnativa è stata la produzione interna di un oggetto fulmine che riflette l'anima umana. E 'stato sviluppato in collaborazione con un soffiatore di vetro romano e un designer tedesco.
Perline in vetro soffiate di bocca, ripienite di acqua, ciondolano dal soffitto dell’atrio, che è la connessione tra il nuovo e il vecchio edificio – le camere e il centro benessere. Le diverse forme di elementi in vetro provengono da pietre naturali che sono state trovate nelle aree circostanti e sono state utilizzate come forme negative. La leggerezza dell'edificio contrasta le roccie enormi del paesaggio e bilanciano l’esigenza di una calma inerente. L'architettura ha lo scopo di evidenziare la silhouette del paesaggio montuoso e dolcemente integrarlo nel paesaggio alpino.

Materiali raccontano storie

noa* utilizza esclusivamente materiali tradizionali come il rivestimento in pietra naturale, legno, vetro o lino.  Obiettivo fondamentale è stata la sperimentazione con processi tradizionali di lavoro e della produzione di materiali nuovi. Ogni spazio dell'hotel è stato testato per raggiungere composizioni imponenti utilizzando 3d- e 4-d software.  
 
Visualizzazioni tridimensionali risulatavano essenziali per la composizione di materiali e superfici. Diversi prototipi di legno, piastrelle, tessuti, tappeti e lampade sono stati collegati a un assemblaggio olistico di colori e materiali. Finestre alte consentono il guadagno ideale dell'energia solare a questo livello del mare. Gli elementi di facciata in legno servono come protezione solare in modo attivo e passivo. Inoltre, elementi di oscurazione sono stati utilizzati per evitare il surriscaldamento e formare un palcoscenico per il dialogo tra natura e costruzione.

Fatti & ciffre

  • Area apliamento: 1100 m2
  • Finito: 2011
  • 1200 metri sopra il mare
  • Apliamento: area wellness, lobby, bar, 14 suite spaziosi
  • Uso exclusivo di materiali tradizionali
  • Dialogo intensivo tra hotel e paesaggio
  • Interazione tra natura e tradizione
  • Piscina al esterno 70 m2
  • Special: elemento interior design – „L’ anima“
  • Award: European Hotel Award 2012