Accetto i cookies Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.

My hut is my castle

Per la concezione di un innovativo albergo in Val Gardena l’architettura tradizionale è stata adattata e composta in un intricato gioco di volumi che espandono i confini della volumetria principale della costruzione.

I piccoli ma estroversi volumi comunicano con l'ambiente circostante, costruiscono viste e celebrano il panorama unico di un paesaggio mozzafiato.
(Lukas Rungger)
Un elemento fondamentale del progetto sono piccoli volumi caratterizzati da tradizionali tetti a falde che estendono i confini della costruzione. Una nuova situazione architettonica viene a crearsi in cui il volume principale ottiene un elevato grado di flessibilità garantito dagli elementi offrendo terrazze alle 17 camere ed una vista a 360° su tutto il paesaggio. Sul punto più alto dell’edificio troneggia la sauna finlandese, quasi fluttuante e solitaria rimanendo comunque fedele al linguaggio architettonico di tetti e di proporzioni tipiche del luogo. La facciata perforata, ispirata all’architettura locale, rispecchia il magnifico paesaggio montagnoso delle Dolomiti tramite la riflessione fornita dalla superfice che la costituisce.
 

FATTI & CIFFRE

  • Fase: Progetto concettuale
  • Tipologia: Hotel
  • Specialità: volumi con tetti a falde tipiche che espandono i confini della costruzione