Accetto i cookies Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.

…un giardino architettonico

L’hotel a conduzione familiare e stato riqualificato nel 2017 tramite una demolizione e ricostruzione di una parte dell’edificio che ha reso tale un radicale cambiamento di stile dello stesso. Le nuove 16 suite ed il nuovo centro benessere, situato difronte al lago, rispecchiano i concetti della nuova composizione e della gestione futura dell’hotel sottolineando l’importanza della natura e delle attività ricreative.

L’Hotel Seehof è posto sopra un altopiano che si affaccia sul lago “Flötscher Weiher” situato nelle vicinanze del paese Naz-Sciaves vicino a Bressanone (ITA).
 

Alpino & Mediterraneo

Il luogo situato in mezzo alle montagne concede all’albergo un carattere alpino con un tocco mediterraneo. L’edificio principale ricorda una residenza signorile immersa nel verde; profonde logge che creano ambienti aperti espandono otticamente le suite e intensificano la peculiare connessione con la natura. La nuova costruzione ottiene un’apparenza nobiliare grazie ad un nuovo intonaco color terra e ad una nuova chiara struttura orizzontale in legno.
 
Il rapporto con il lago – importante caratteristica nonché denominatore del hotel - viene messa in scena grazie alla costruzione dell’area benessere.
(Stefan Rier)

La celebrazione della natura

Il nuovo centro benessere con la piscina e le diverse saune si collega volumetricamente con il paesaggio retrostante e si apre con i suoi tetti inclinati ad una falda e relativi pergolati tramite grandi finestre che si affacciano sul panorama e sul lago. L’architettura crea viste specifiche che focalizzano lo sguardo verso il panorama circostante e allo stesso modo le aree relax interne chiamate ‘Patio’ trasmettono continuamente la sensazione di trovarsi in un grande parco.
 

Il filo conduttore

Il nuovo design degli interni ha svolto un lavoro di ricerca storica del paese aspetto che è stato poi utilizzato nella progettazione stessa. Jakob Auer, nonno degli attuali proprietari, ha fondato nel 1958 il consorzio di miglioramento fondiario di Naz e Dintorni, dove attraverso tradizionali metodi viene intensificata la coltivazione dei meleti. La ramificazione delle tubature che venivano usate nelle coltivazioni ora trovano posto come filo conduttore del design degli interni. I tubi in rame, che si possono trovare in tutto l’edificio, conferiscono un accento particolare a diversi dettagli della costruzione come ad esempio nelle camere per l’illuminazione, tavolini, pomelli del bagno e attaccapanni, nella beauty-reception in forma di punti di illuminazione sui muri o sul soffitto. Per la realizzazione degli interni sono stati utilizzati materiali che provenienti dai territori circostanti. Legni, lino, rocce, mobili e accessori intrecciati in combinazione con colori chiari e delicati esprimono al meglio il concetto naturalistico del nuovo Hotel Seehof.
 

FATTI & CIFFRE

  • Fine dei lavori: Aprile 2017
  • Tipologia: Hotel demolizione e ricostruzione
  • Caratteristiche: Centro benessere che circonda un pittoresco lago privato