Accetto i cookies Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.

Il ritmo delle maree

La struttura esterna era già presente, ma bisognava dar vita agli interni. Come fonte d’ispirazione, l’unicità del paesaggio circostante. Per un nuovo complesso di case vacanza, noa* ha tradotto le forze della natura nordica nel linguaggio dell'interior design.

A Sylt, isola tedesca nel Mare del Nord, le maree danno il ritmo alle giornate: vento, acqua e nuvole disegnano qui uno scenario affascinante e travolgente. Su questo sfondo, non lontano dal porto, in un punto in cui le acque del Mare del Nord incrociano quelle del Wattenmeer, è stata realizzata una schiera di abitazioni per vacanze, leggermente sfalsate tra loro. Le case si innalzano di fronte alle dune di sabbia erbosa e sono contraddistinte dal tono grigio caldo della facciata in legno di larice.

Il paesaggio mutevole della costa è stato alle base del concept d’interni, per cui noa* ha provato a cristallizzare le impressioni effimere e continuamente diverse date dall’alternanza delle maree. Il risultato è una sorta di istantanea che riflette il fascino della spiaggia e del mare. Patrick Gürtler, interior designer a capo di Hafen 27 Sylt, è stato colpito fin da subito dal rapido cambiamento del tempo:
Qui il bianco e il nero si fondono l'uno nell'altro, creando una pluralità di morbide tonalità beige che sono caratteristiche di questo luogo.
(Patrick Gürtler)

ARMONIA DEGLI OPPOSTI

Sono quindi i contrasti che danno il tono a questo progetto d'interni ricco di dettagli. Ognuna delle undici case ha un totale di quattro piani. Attraverso l'ingresso, si entra in una zona living trasversale che si affaccia sul mare da un lato e sulla città dall'altro. Se si guarda in direzione di quest’ultima, l’attenzione è catturata delle linee grafiche della cucina in rovere oliato con piano di lavoro in granito. Il colore scuro del legno è contrastato dal pavimento chiaro in pietra marocchina, la cui texture ricorda la sabbia delle dune. Il beige è ripreso dai paralumi in tessuto delle luci della zona pranzo, mentre i toni più scuri continuano sul lato opposto della zona giorno, nel pavimento a doghe in rovere grigio.
Il richiamo dei materiali ai tronchi alla deriva, alla sabbia e alle vele fanno percepire allo stesso tempo anche il vento che spazza le dune e modella le nuvole.
(Patrick Gürtler)
La zona al centro del piano terra, nell'interfaccia tra il soggiorno e la cucina con zona pranzo, è dedicata all’arrivo. L’attaccapanni per posare gli abiti è ricavato da una rete tesa, un omaggio alla pesca, mentre una stampa a muro di una cartolina si rifà agli inizi della cultura balneare di Sylt. Il pattern marittimo dei costumi da bagno indossati (o meno) all’epoca ritorna spesso come citazione negli interni. In questa zona si trova anche la scala, il cui parapetto è realizzato con una rete leggera e un intreccio di corde. La scala si snoda su un ascensore centrale, che permette il trasporto di persone su tutti e quattro i piani. Il muro è arricchito da un rilievo in legno su cui sono intagliati in un gioco ottico cerchi di dimensioni diverse, creando un affascinante effetto 3D. Così Patrick Gürtler spiega la scelta di questo motivo: "Abbiamo voluto sviluppare il motivo dell’orizzonte e della convergenza di spiaggia e cielo".
Tramite il saliscendi dell’ascensore e il graduale ingrandirsi e rimpicciolirsi dei cerchi, si prova la sensazione di un orizzonte ora più vicino, ora più lontano.
(Patrick Gürtler)
Infine, alla sinistra dell’ingresso, si trova il camino, sospeso sul fuoco come un paralume. La sua realizzazione è stata una vera sfida, in quanto i modelli tradizionali in piastrella sono stati reinterpretati sostituendo questo materiale duro con un tessuto dai colori bianco e grigio.

VOCABOLARIO MARITTIMO

Ogni casa ha quattro camere da letto: una al cosiddetto “piano delle dune”, illuminata naturalmente attraverso un generoso pozzo di luce, due al primo piano e la camera da letto padronale all’ultimo piano. Già dal piano delle dune viene messo in scena il racconto del mondo marittimo, studiato fino al minimo dettaglio. Fra i tessuti selezionati vi è il lino, usato non solo per le tende ma anche per le luci, le quali, in forma di lanterna o di vela, sono state sviluppate appositamente per questo progetto insieme ad un produttore di illuminazione.
Negli interni di questi appartamenti abbiamo voluto comunicare l’impetuosa bellezza della natura e al contempo la capacità dell’uomo di domarla. Due forze che si incontrano e diventano una.
(Patrick Gürtler)
Al primo piano ci sono due camere da letto con bagno privato, separate l'una dall'altra dalla zona distributiva centrale. Gli spazi sono fluidi, infatti la zona notte è separata dal bagno unicamente tramite una costruzione ornamentale di corde fermate su gallocce navali. Mentre il bagno al piano inferiore ha i toni chiari della pietra del deserto marocchino, al primo piano è la pietra blu belga ad evocare l'esperienza delle forze della natura e il costante spostamento delle nuvole.

SPAZIALITÀ PROFONDA

La camera da letto principale all'ultimo piano è divisa in una zona benessere e una zona notte. Dalla sauna privata in legno di pioppo, delimitata da un intreccio di corde, si può guardare il mare e seguire il gioco dinamico delle nuvole. In lontananza, si riconosce la storica diga di Hindenburg che collega l'isola di Sylt alla terraferma. La doccia e la toilette scompaiono dietro doppie porte a specchio, le quali mettono in gioco una percezione dello spazio straordinariamente affascinante.

FATTI & CIFRE

  • Tipologia: Residenziale
  • Luogo: Sylt (Germania)
  • Affittabile su: hafen27list.de
  • Inizio lavori: Giugno 2020
  • Lavori completati: Agosto 2021
  • Testo originale (DE): Barbara Jahn-Rösel