Accetto i cookies Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.

Un ambasciatore per la strategia turistica Turingia

Per promuovere il turismo nella regione della Turingia e massimizzare il potenziale dei suoi luoghi più attraenti, siamo partiti da un concetto olistico, che non si limita allo sviluppo degli interni di un’abitazione, ma che si riferisce a un concetto più ampio, dalla scala urbana fino a oggetti più piccoli, dalle dimensioni XXL a quelle XXS.

Lo sviluppo di un concetto solo per gli spazi interni rischia di limitare l'enorme potenziale di ogni Genius Loci offerto dalla regione, ricca di natura, cultura, storia e innovazione. Per i viaggiatori in cerca di nuove esperienze, è necessario sorprenderli con un’analisi e ricerca accurata dell'anima del luogo che stanno visitando; un'anima che racconta loro una storia e li accompagna passo per passo.
L'obiettivo è quello di creare una sorta di “cannocchiale-ambasciatore", un filtro tra l'ospite e la regione che si focalizzi sugli aspetti più caratteristici del luogo, evidenziando spazi, forme, toni, colori
(Andrea Dal Negro)
Abbiamo quindi creato un manuale e sviluppato una “storyboard” completa, che tiene conto degli aspetti urbani, architettonici e interni e può essere adattata alle diverse esigenze e desideri degli ospiti.
Non vogliamo fornire una ricetta già pronta, bensì una moltitudine di ingredienti che, se correttamente assemblati, daranno ogni volta un risultato unico e caratteristico
(Andrea Dal Negro)
Basandoci sull'idea di creare un'immagine coerente e continua, abbiamo optato per una forma che consenta modularità e flessibilità.

Dopo aver definito i 4 gruppi-target e i punti chiave per il progetto, di seguito riportiamo i 7 ingredienti:
1) Tipologia dell’edificio: vengono definite la tipologia e la densità dell'edificio;
2) Ubicazione: il progetto è posizionato a seconda del contesto;
3) Funzioni: vengono selezionate le funzioni e il numero di moduli;
4) Dimensioni: la dimensione del modulo parte dalla scala urbana fino a dimensioni ridotte;
5) Composizione: i moduli vengono assemblati tra di loro, creando giochi di forma e spazio;
6) Utilizzo della facciata: grazie al proprio potenziale, il guscio esterno consente diversi utilizzi;
7) Conversioni della facciata: gli elementi mobili creano nuovi spazi e relazioni con l’esterno.

Questi ingredienti possono essere applicati a concetti su diverse scale, dalla macro alla micro, dalle installazioni urbane agli elementi di dimensioni più ridotte, mantenendo la propria struttura e adattandosi alle diverse esigenze.

Per creare negli spazi interni una forte identità riconoscibile, la “storyboard” continua e definisce colori monocromatici per ogni stanza. Di nuovo, il concetto viene portato ad ogni elemento compositivo fino ai minimi dettagli. Ogni stanza racconta una storia definita dall'analisi e dall’audience, liberando l'immaginazione e creando ambienti "vivi" che comunicano tra di loro e con gli ospiti. Si ha l'impressione di essere completamente immersi in uno spazio in cui l'esperienza risulta molto intensa. L'alto valore di riconoscimento è rafforzato dall'uso di luci calde, tessuti di alta qualità e uso del legno.

La “storyboard” continua a prendere in considerazione il gruppo target “Sehnsucht"(verosimilmente traducibile con “nostalgia”) e mette insieme tutti gli ingredienti.
Per tradurre il manuale in un oggetto architettonico, abbiamo scelto una casa vacanze che non parli solo della Turingia, ma che ne porti con sé un pezzo in tutta Europa
(Andrea Dal Negro)
Una casa vacanze itinerante che viaggia con gli ospiti e si mostra al mondo come un oggetto fluttuante, che non si riferisce solamente a un luogo ma a contesti diversi, ed è proprio questo che ai nostri occhi manca Turingia: un ambasciatore per la regione.

La casa vacanze è composta da 5 moduli principali e 2 moduli secondari, ciascuno con una propria funzione, disposti in modo da creare un oggetto dalla forma unica. La zona giorno è composta da un soggiorno e una sala da pranzo, la zona notte ha due camere matrimoniali e un bagno, mentre una stanza speciale che funge da cinema e un’area lounge completano la zona relax. Nella zona giorno, caratterizzata da sfumature di giallo e grigio, vi sono due terrazze che consentono la comunicazione diretta con gli spazi esterni. La zona notte è schermata da elementi protettivi che garantiscono la privacy e i colori principali sono più silenziosi, come il blu e il verde.

La diversa disposizione dei moduli crea spazi molto particolari, ad esempio nelle camere da letto, dove i letti sono più bassi del pavimento, dando l'effetto desiderato di dormire sott'acqua. Questo crea una cornice che circonda il panorama esterno come un dipinto. Altri elementi come l’altalena o la doccia emozionale sono visti come un'estensione del concetto “Sehnsucht”.
posizionato sui tetti, un modulo più piccolo funge da area di riposo, consentendo un rapporto tranquillo e intimo con la natura circostante
(Andrea Dal Negro)
Come secondo esempio, abbiamo adattato il manuale sulla pianta dei cottage sul mare di Zeuelenroda. Poiché la posizione e l'architettura sono già state definite, i primi 7 ingredienti risultano essere quindi già miscelati. Si prenderà gli ingredienti per gli interni, che prendono in considerazione l'anima del luogo, il genius loci e il pubblico di destinazione.
La zona giorno è percepita come due unità grazie alla scelta monocromatica.
Il soggiorno è decorato con il colore grigio chiaro, poltrone, divani, tappeto e TV multimediale creano l'area lounge e grazie a una tipica altalena di Jena si può godere del panorama oscillando.

La zona pranzo è composta da colori gialli ed è divisa in due livelli: al piano inferiore un tavolo da pranzo, un frigorifero a sé stante e una cucina con lavello, piano cottura, forno e scomparti vari, sopra il soppalco con due letti. Una raccolta di libri di cucina sulle specialità della Turingia di Gudrun Dietze porta un pezzo dell'anima della regione sulle tavole degli ospiti.
In connessione con la zona notte lascia spazio a una panca con ganci per il guardaroba e una scarpiera con sistema di asciugatura. Un piccolo bagno con lavandino è decorato con colori verdi e attraverso carta da parati e immagini vengono rappresentate le piante regionali.

Le camere sono blu e contengono letti matrimoniali, comodini, un armadio e una TV multimediale. Fresati negli elementi di arredo, come le zampe del gatto selvatico della Turingia, si generano percezioni tattili. Il bagno è completato con lavandino verde, WC e doccia. Tutte le stanze sono illuminate da lampade a sospensione, da lettura e da terra con luci calde.

Ispirato da Carl Zeiss, viene installato sulla terrazza un telescopio per l'osservazione notturna delle, così come un tavolo da pranzo con area lounge e area barbecue.

FATTI & CIFRE

  • Tipologia: Manuale per la strategia turistica Turingia
  • Luogo: Erfurt (GER)
  • Fase: Concorso
  • Specialità: Elementi modulari e adattabili